Bambini sedetevi qui accanto che vi racconto una favola. È una favola che non avrei voluto mai raccontare ma la tengo qui in fondo a me e quindi ve ne voglio far dono. C’era una volta, mica tanto tempo fa e neanche molto lontano da qui, un bambino di nome Michele ed il suo amico che era un pappagallo blu e giallo con una bellissima coda azzurra. Michele, che aveva sempre sognato di volare, aveva trovato nella sua bicicletta super veloce il mezzo più vicino alle ali,  che lo teneva diviso dalla terra soltanto da un sottile contatto delle ruote al suolo. L’amico pappagallo blu, invece, ammirava nell’amico la velocità con cui guidava quel mezzo straordinario a due ruote. E cosi i due amici spesso trascorrevano tanto tempo insieme perchè vedevano nella capacità dell’altro ciò che avrebbero voluto essere. L’amicizia univa i loro sogni e cosi Michele immaginava di poter volare grazie all’amico pappagallo, cosi come questo credeva di saper pedalare poichè lo vedeva fare dal suo amico! I sogni, tanto diversi, dei due amici si avveravano con le reali capacità dell’altro. Un giorno li vidi pedalare insieme ed allora pensai che non può esserci un tempo finito per le cose meravigliose che due amici veri possono condividere insieme. Pedalare e volare per sempre, poichè il tempo non esiste per chi ha avuto e realizzato grandi  sogni. (Luca Radi 25 aprile 2017)